Menu
Novità:

Indici

QUANTIFICAZIONE DEL DANNO IN MANCANZA DELLE SCRITTURE CONTABILI

TRIBUNALE DI VENEZIA SEZIONE SPECIALIZZATA IN MATERIA DI IMPRESA
Dott.ssa Luca Boccuni (Pres.); Dott. Chiara Campagner (Rel.); Dott. Lisa Torresan
sent., 22.5.2018, n. 1074/2018

NEL CASO IN CUI

 Il fallimento di una srl agisca in responsabilita’ e per il risarcimento del danno nei confronti dell’amministratore unico e dell’amministratore di fatto indicando il pregiudizio patito nella differenza tra attivo e passivo patrimoniale

IL GIUDICE

rilevato che

- il fallimento ha dimostrato la mancata tenuta delle scritture contabili e la prosecuzione dell’attivita’ caratteristica con capitale sociale eroso allegando  a tale proposito crediti verso lavoratori dipendenti e per l’erogazione di energia elettrica;

- che di principio il pregiudizio per il patrimonio sociale non consiste nella differenza tra il passivo e l’attivo accertato in sede fallimentare ma, in mancanza di scritture contabili che consentano la ricostruzione del danno, il curatore puo’ chiedere di liquidare il danno in via equitativa;

- che ai fini della liquidazione equitativa il giudice puo’ tenere conto dello sbilancio patrimoniale della societa’ registrato nell’ambito della procedura concorsuale;

- che il danno individuato dalla procedura e’ congruo secondo i criteri equitativi anche perche’ inferiore agli importi irrogati alla societa’ per sanzioni e interessi

HA RITENUTO

 di condannare i convenuti al pagamento del danno a favore della curatela e alla rifusione delle spese.                                                                          

                                                                                                   (a cura di Mattia Carlotto)






Ricevi altri aggiornamenti su Giurisprudenza e le altre novità del sito:

Email: (gratis Info privacy)



Inserito il 05.06.2019