Menu
Novità:

Indici

QUANDO L’ATTORE NON ALLEGA IL DANNO PROVOCATO DA PAGAMENTI PREFERENZIALI LA DOMANDA NON PUO’ ESSERE ACCOLTA

TRIBUNALE DI VENEZIA SEZIONE SPECIALIZZATA IN MATERIA DI IMPRESA
Dott. Liliana Guzzo (Pres.); Dott. Lina Tosi; Dott. Alessandra Ramon (Rel., Est.)
sent., 30.1.2019, n. 201/2019

NEL CASO IN CUI 

Il fallimento di una srl agisca in responsabilita’ nei confronti degli amministratori chiedendo di risarcire il danno da pagamenti preferenziali effettuati per estinguere debiti chirografari di vario tipo, pur nella conoscenza da parte degli amministratori della situazione di decozione della societa’ e nella consapevolezza che le risorse sociali non avrebbero mai consentito la soddisfazione di tutti i creditori, nemmeno dei privilegiati,

IL GIUDICE

rilevato che

- il pagamento preferenziale comporta per la massa una minore disponibilita’ patrimoniale cagionata dall’inosservanza degli obblighi di conservazione del patrimonio sociale in garanzia dei creditori nella prospettiva (dinamica) della falcidia fallimentare;

- detto pagamento preferenziale arreca un danno al patrimonio sociale direttamente proporzionale alla falcidia che il credito avrebbe subito in seno alla procedura concorsuale;

- l’amministratore e’ responsabile della differenza tra quanto corrisposto al creditore prima della procedura concorsuale e quanto lo stesso avrebbe ricavato nell’ambito della procedura;

- e’ provato che i pagamenti de quibus hanno estinto debiti chirografari in epoca in cui la societa’ era in sofferenza;

- e’ provato che detta sofferenza era conosciuta dagli amministratori perche’ risultante dal bilancio e pure perche’ era stata evidenziata dal collegio sindacale;

- parte attrice non ha tuttavia neppure allegato il danno conseguente a tali pagamenti;

- comunque nello specifico l’onere di prova sarebbe stato soddisfatto documentando l’esito delle domande di ammissione al passivo e l’ammontare dell’attivo fallimentare, cosi’ da poter accertare l’entita’ della lesione patrimoniale cagionata alla massa, 

HA RITENUTO 

di rigettare la domanda del fallimento.                                                                              

                                                                                                  (a cura di Mattia Carlotto)

Download Pdf




Ricevi altri aggiornamenti su Giurisprudenza e le altre novità del sito:

Email: (gratis Info privacy)



Inserito il 09.09.2019